Windows Xp termine supporto e fine di un mito

0

8 Aprile 2014 un data da ricordare! Mancano pochi giorni al termine del supporto ufficiale di Windows XP da parte di Microsoft…e dopo tale data non rilascerà più alcun aggiornamento e patch per risolvere i problemi di sicurezza piu gravi.

Windows XP

Chi continuerà ad utilizzare il sistema operativo Windows XP sarà esposto a rischi sicurezza e vulnerabile ad attacchi esterni da parte di malintenzionati.

Windows Xp è stato rilasciato il 25 Ottobre 2001 portando con se molte migliorie e novità importanti, oltre ad una grafica più user friendly la quale ha permesso una diffusione senza precedenti. Ma il tempo vola, si migliora , cambiano le esigenze ed ormai è arrivato il momento per Windows XP di andare in pensione e lasciare spazio ai più recenti Windows 7 e Windows 8. Chi continuerà ad utilizzare Windows XP dopo 8 Aprile sarà esposto e vulnerabile a tutti quegli attacchi che sfruttano falle di sicurezza rimaste irrisolte….e pensate che XP copre ancora il 31% del mercato mondiale, ma cosa peggiore è il 58% delle aziende italiane!!!

La sicurezza IT nelle PMI viene spesso sottovalutata e il parco macchine non viene aggiornato costantemente, un po per i costi ma anche per la scarsa consapevolezza delle minacce che arrivano dalla rete. Spesso molte aziende o piccoli uffici non eseguono nemmeno un backup regolare dei dati (spesso sensibili) e assieme al fatto che non danno il giusto peso alla sicurezza, corrono dei rischi non indifferenti e si ritrovano a spendere di più per riparare al danno creato per “disattenzione”.

Windows XP è nato in un’era tecnologica radicalmente diversa da quella attuale, basti pensare che dieci anni fa non esistevano social network, cloud per salvataggio dati e il passaggio a un nuovo sistema operativo non deve essere visto come una scocciatura o qualcosa di impossibile da attuare e dispendioso ma come un’opportunità per riflettere sulla sicurezza e magari offrire ai collaboratori un modo nuovo di lavorare. Ricordate che non è solo la fine del supporto per Windows XP ma anche i produttori di software che utilizzate quotidianamente non sviluppano più per tale sistema operativo o meglio col tempo si spostano dove il mercato è più richiesto quindi verso Windows 8 e Windows 7. Molte aziende sono legate a determinati software che funzionano solo su XP, generalmente gestionali interni e una migrazione in effetti diventa un problema nell’immediato ma muovendosi per tempo si trova una soluzione e si ha tutto il tempo necessario per testare la macchina. La maggior parte delle PMI considera le e-mail (30%) e la navigazione (27%) come i principali veicoli di rischio, sottovalutando però i social network, app android ecc. Questa scarsa consapevolezza è data anche dal fatto che la maggior parte delle aziende (72%) sono prive di referenti interni o esterni, non organizzano alcuna attività formativa sul campo e destinano alla gestione del problema e della sicurezza meno del 10% del loro budget!

Ma ho l’antivirus quindi sono protetto!

Errore. Installare un buon antivirus e aggiornarlo costantemente (e controllare che sia aggiornato) non significa essere esenti da virus e malware ma è già un buon punto di partenza. Ricordate che la prima cosa che fa un virus è cercare di eludere l’antivirus e una volta entrato nella macchina ospite tenterà di inibire la scansione o bloccare antivirus per non essere riconosciuto. Ecco perchè quotidianamente i produttori rilasciano patch di sicurezza, proprio per evitare che la minaccia si diffonda in migliaia di pc. Quindi tenete sempre aggiornato l’antivirus controllando frequentemente che funzioni tutti in modo regolare e se viene rilevato un virus non fermatevi a pensare ok l’ha cancellato tutto posso continuare il lavoro, ma cercate di capire da dove lo avete preso evitando magari di rientrare in quel determinato sito o scaricare ancora quel programma. Inoltre se notate rallentamenti strani del pc o programmi che si sono installati in automatico quali tollbar, questo è già un campanello di allarme.

Migrazione = risparmio tempo e denaro

Grazie ad una migrazione ad un sistema operativo più recente quali Windows 7 – 8 si possono ottenere significativi vantaggi in termini di risparmio di tempo e risparmio monetario in quanto avete meno problemi legati a crash, virus, blocchi, rallentamenti vari, guasti hardware ecc. Inoltre risparmierete nella gestione del parco macchine diminuendo la manutenzione dei sistemi e aumentando cosi la produttività.

Linux questo sconosciuto (ma non di certo inferiore)

Molti computer utilizzati negli uffici vengono usati prettamente per navigare e ricevere posta senza necessità di particolari software o gestionali e tutte le operazioni che svolgono vengono gestite solo dal browser web (Internet explorer, Chrome, Firefox). Perchè allora spendere soldi per licenza Windows, Office, antivirus quando potete utilizzare una sistema Open Source gratuitamente, ottenendo molta più sicurezza, velocità e cosa non da sottovalutare GRATIS?? Personalmente ho installato diverse distribuzioni di Linux in uffici, dove come accennato prima, il pc veniva usato solo per leggere mail e navigare in internet in siti del settore. Il cliente non è mai stati più contento! Ovvio che non è sempre cosi semplice perchè in base all’attività può essere piu o meno complicato gestire il tutto, specialmente con determinati gestionali o applicativi studiati ad-hoc ma comunque è un’opzione da prendere in considerazione dove possibile.

Conclusione

Windows XP ha dato molte soddisfazioni e altrettanti problemi ma il Web cambia, i servizi cambiano, le persone connesse a internet sono aumentate in modo esponenziale e restare ancorati al passato con un sistema operativo non più sicuro non ha senso e forse è giunto il momento di aggiornare la macchina e acquisire maggiore consapevolezza dei rischi annessi a internet.

 

I commenti sono chiusi.